Home » Le tecniche di pesca di PescaOK » Pesca alla trota

Pesca alla trota

Pesca alla trota
3 (60%) 2 votes
Calendario aperture pesca alla trota 2017

Ambiente tecniche ed attrezzature

Oltre ad essere una pesca molto bella ed a contatto con la natura, la pesca alla trota si è molto sviluppata ed insieme alle tecniche di base, ha dato vita a nuove tecniche avvincenti e molto gratificanti (che vedremo più avanti come lo spinning o il tocco o la trota lago).

Innanzitutto parliamo degli ambienti.

Ambiente di pesca, dove troviamo la trota

La trota è un pesce molto furbo ed intelligente, ha sempre un suo riparo, ed aspetta il momento migliore per andare a caccia di cibo. La trota è anche molto molto diffidente… quindi molto difficile da catturare, facciamo attenzione a non far rumore nella nostra ricerca del pesce.
I punti migliori sono i ripari dietro le rocce in cui potrebbero stazionare le trote, anche se i massi non sono emersi puoi sempre accorgerti della loro presenza perlustrando bene la tua zona di pesca. La trota va a caccia e quindi la puoi incontrare ovunque; ma, in linea di massima la trota si nasconde dietro i sassi e nei luoghi dove l’acqua è più ossigenata nella classica schiumetta bianca.

Le nostre tecniche preferite:

Sezione Trout Area (NEW)
Pesca alla trota a Spinning

Pesca della trota col morto
Pesca della trota col verme
Trota lago, Pesca a Striscio e bombarda
Pesca alla trota al tocco
Pesca alla trota a galla

Lo spinning alla trota

Gli artificiali che sono usati per la pesca a spinning, sono i minnow o rapala affondanti e cucchiaini.

Se peschiamo in torrente e questo è piccolo e le buche corte, è indispensbile un rotante che inizi ad agire appena tocchi l’acqua, usiamo sia Martin che Meps, più è forte la corrente e più piccola deve essere la paletta e maggiore il peso.
In molti casi usiamo anche minnow dai 3 ai 6 millimetri, se piombato o galleggiante dipende dal tipo e forza dell’acqua.
Un consiglio è quello di portarsi dietro di falcetti di colore chiaro, può essere la carta vincente, si possono montare direttamente sulle apposite teste piombate o su un amo apposito e poi piombare la lenza a 40-50 centimetri di distanza. In questo modo lavorano più naturalmente.

Se peschiamo in fiume, valgono le stesse cose, ma avremo maggiori possibilità di sbizzarirci con tutti i nostri artificiali.

I cucchiaini di colore argento sono usati in inverno e primavera, e i cucchiaini di colore oro e bronzo sono usati in estate. La grammatura si aggira sui 2 grammi e sono preferibili quelle con la paletta a foglia ovale piuttosto che a foglia d’olivo.

Io amo pescare con Martin da sei rossi e gialli, che mi danno sempre un bel vantaggio, oppure Meps e Spark della Ilba; per i rapala, quelli che si usano maggiormente sono quelli con i colori naturali tipo, il verde, l’azzurro o il nero talvolta combinati tra loro, sono utili anche il tipo “brutto anatroccolo di dimensioni molto piccole.

Le canne, i mulinelli e i fili da pesca

Le canne usate sono di piccole specialmente in torrente dal 1,50 fino ai 2,10 metri, con mulinelli dal 1000 a 2500 e fili non oltre lo 0.20. Sconsigliamo il trecciato in torrente, meglio un monofilo senza memoria e con alto carico di rottura. Poi ognuno ha le sue preferenze che vengon fuori dall’esperienza.

Spinning nozioni base
Lo spinning in mare

Rotanti
Ondulanti

Minnow con paletta Minnow senza paletta

La pesca a fondo col pesce morto

Le esche usate maggiormente nella pesca a fondo sono il lombrico e il pesce morto.

Il lombrico

Nella pesca con i lombrichi si attua la pesca classica al tocco, usando i lombrichi di terra e utilizzando una o due spaccatine (piombi) a circa 25 centimetri dall’amo che sarà del numero 5 con nylon del 18-20. Nel caso in cui l’acqua sia torbida, è consigliabile l’uso del polistirolo.

Il pesce morto

La pesca con il pesce morto è sicuramente la pesca che, se fatta a dovere, dà i migliori risultati. I pesci che sono maggiormente utilizzati sono le sanguinarole e i vaironi. L’innesco del vivo viene fatto usando un amo del 4 ed infilandolo prima nel labbro superiore e poi nel labbro inferiore.

La pesca a fondo col verme

È la classica pesca al tocco (leggi anche la tecnica completa per la pesca al tocco della trota)

Più usata anche nel fiume Sarca che è il fiume da cui il Garda si forma.

La lenza è molto semplice: utilizzando un nylon del 18 (per essere più sportivi si possono utilizzare anche misure inferiori) si utilizzeranno i piombi detti spaccatine (il numero dipende dalla zona di pesca, di solito non più di due) e a circa 40 centimetri si legherà l’amo del n° 5 (o ami più piccoli per l’uso di 2 o 3 vermi alla volta).

L’innesco del verme dovrà essere fatto in modo che spunti fuori solo la punta dell’amo; se il lombrico è piccolo, s’infilerà il verme dalla testa scendendo giù nel corpo per far fuoriuscire la punta nei pressi della coda del verme; se invece è grande s’infilerà il lombrico partendo più in giù rispetto alla testa (nei pressi dell’anello del verme), prestando attenzione a non far uscire troppo la coda del verme perché si avrebbe il rischio che la trota mangi solo essa senza restare attaccata all’amo. Un consiglio è quello di infilare il verme anche lungo il nylon sopra la paletta dell’amo.

Per una buona riuscita di pesca si cercherà di far arrivare alla trota prima il verme che i piombi per evitare il rischio che il pesce si spaventi e fugga; importante sarà anche la mimetizzazione del pescatore per non essere visto dal pesce.

Trota lago, Pesca a Striscio e bombarda

Bombarda, Piombino e Vetrino 

E’ una delle tecniche nate nei laghetti di pesca sportiva, e che da grandi soddisfazioni se fatta bene. Praticate con canne dette da “tremarella” lunghe meno di 4mt e di diverse grammature, è molto semplice da praticare, la montatura è così sviluppata:
lenza madre, la bombarda, piombino o vetrino, la girella doppia o tripla, il finale, l’amo e l’esca.

Quindi la lenza viene costruita con questo piombo di forma affusolata, ed a seconda della distanza, della profondità e dell’affondamento alla quale si vuole pescare si useranno diverse grammature:

  • La Bombarda può avere un peso (grammature) che vanno dagli 8 ai 40 grammi, e diversi gradi di affondamento o galleggiabilità. Esistono ad esempio bombarde galleggianti che a differenza di un normale galleggiante permettono lanci lunghi e questa particolare azione di pesca.
  • Il Piombino usato per la pesca a striscio  e per la pesca a fondo.
  • Il Vetrino usato per la pesca a striscio e per la “tremarella” il peso non consente lanci molto lunghi.

La caratteristica fondamentale della bombarda è la sua modalità costruttiva che a seconda della composizione/posizione del piombo e della parte galleggiante permettono diverse azioni di pesca, e diversi gradi di galleggiabilità.

Video su innesco della camola:

Video che mostra una tecnica di pesca in laghetto, la pesca a striscio (by Etien)

 

23 commenti

  1. Buonasera
    Ho una shimano force master spinning 270L 2 pezzi 3-15G 2,70m canna da spinning alla trota lago
    Per pesca in un lago che ci sono trote anche di 6 kg quale filo mi consigliate ?
    E consigli sul recupero degli altrificiali affondante e rotanti

    • Come filo ti consiglio un buon trecciato, tipo il powerpro, oppure un ottimo nylon, ma non scendere sotto il 22 (buono), per gli artificiali, il rotante va sempre ma anche il minnow per il recupero dipende da troppi fattori, sperimenta!!!
      Alessio

  2. Buongiorno a tutti, sono un pescatore alle prime armi e, come molti altri pescatori, la mia esperienza nella pesca sportiva è cominciata proprio con la pesca alla trota in laghetto ed è stato subito amore. Trovo che sia una tecnica di pesca molto divertente e accessibile a tutti.
    Ovviamente la mia esperienza in fatto di pesca non è delle migliori, però mi piace molto leggere blog di pesca e articoli riguardanti la pesca alla trota. Proprio cercando questi articoli sono arrivato a questa bellissima guida sulla pesca alla trota e ho deciso di commentare per chiedervi alcune informazioni in merito.
    Anche se so che non è ancora la stagione migliore per dedicarsi a questa tecnica volevo sapere quali approcci usereste per riuscire a stanare le trote in questo periodo dell’anno.

    • Ciao a fine estate le trote riguadagnano un po di forza e tornano verso l’alto del laghetto… mentre l’estate cercano l’acqua più fresca…sul fondo…

      • Grazie per la risposta Alessio 😀 i laghi dove pesco di solito sono un po’particolari: infatti non è raro trovare le trote a galla anche in estate. Alcuni pescatori certamente più esperti di me nella pesca alla trota mi hanno spiegato che è perchè questi laghi sono poco ossigenati in profondità.
        I laghi in cui pesco sono i Laghi Carcana vicino a Milano, non so se li conoscete: sono questi http://www.ilblogdellapesca.it/2012/11/laghi-carcana/

        Sono dei laghi molto grandi e c’è dentro un po di tutto, infatti non è raro che mi capiti di attaccare qualche altro pesce pescando le trote. Se qualcuno li conosce può darmi qualche consiglio?

  3. MI CHIAMO MASSIMILIANO SONO UN PESCATORE CHE TUTTI I SABATI O DOMENICHE VADO AL (LAGO DI MEZZALUNA MACCARESE) E UNA 15 MINUTI DALLA ZONA MIA BOCCEA,E’ UNLAGOO TENUTO BENE DA (GIORGIO,MARINA,PAOLA,ROBERTO)ADESSO CI SONO TROTE DI OGNI TIPO DI PEZZATURA.CI SONO GARE SPORTIVE ED GARE DI AMICIZIA,CON TANTI RICCHI PREMI DI OGNI GENERE.MASSIMILIANO(SAMPEI).

  4. ciao,
    volevo chiedere qualche laghetto in emiglia romagna (fc) .e come è meglio pescare in questi tipi di laghi

  5. Buongiorno,
    volevo chiedere se mi sapete consigliare laghetti di montagna in piemonte e preferibilmente in zona Cuneo raggiungibili da mio figlio di 10 anni con discreta quantità di pesce e un paesaggio carino? grazie mille

  6. Salve a tutti, sono nuovo di questo sito e spero di trovare tanti consigli.
    Sono dilettante nella pesca, e vorrei provare a crescere come pescatore, magari prendendo qualche pesce piùù grosso.
    Il massimo della mia cattura sono state trote di 8/9 etti.
    Per lo più vado in cava, ma vorrei provare con il lago di Garda, o laghetti di montagna:
    Potete darmi consigli sulle tecniche e luoghi migliori?..:)..grazie mille in anticipo

    Metiu85

    • Ciao Metiu85,
      bhè posso dirti per esperienza che di trote nel lago di Garda se ne pescano davvero poche,
      se vuoi provarci devi andare su verso Riva del Garda all’alba, armarti di santa pazienza e provare , provare, provare…
      Per i laghetti di montagna, la situazione è megliore, a pochi passi da Verona puoi andare verso trento, ad esempio sui laghi di Levico o Caldonazzo e provare la pesca alla trota. Però ti dico che questi laghi sono difficili non è come pescare in cava, quindi devi fare un po di esperienza e avere tanta pazienza. In bocca al lupo!
      Alessio

    • per la pesca a spinning alle trote usa cucchiaini rotanti senza aggiunda di piombi. Per quando riguarda la pesca di qualche luccio al lago di garda bisogna usare cucchiaini ondulati di misure elevate il colore varia a seconda della temperatura dell’acqua.

  7. Ciao bagai, sono nuovo e vorrei sapere delle montature da trota da laghetto siccome venerdì andrò al laghetto sgana a pontirolo nuovo (BG).Oltre alle montature mi sapreste dare qualche dritta, sempre se siete disposti

  8. Non rapala….(gli ho tutti) ma qualche buona marca che faccia artificiali da trota/cavedano che lavorino bene…!

    ps: anche in silicone

  9. Buon giorno a tutti….sono nuovo del sito ed è circa un anno che pesco…..pesco però nei laghetti artificiali…vorrei provare la pesca dallo scoglio e vorrei avere alcuni consigli………grazie anticipato per la cortesia

  10. sfortunatamente oggi ho fatto capotto( forse xk’ mio fratello mi ha detto buona pesca…. 🙁 ) sono andato a Ghisalba a pescare ancora a striscio….. la montatura è uguale a quella ke ho già presentato nel mio primo commento…. esca uguale…….ma in3 ore non ho preso neanche una misera trota……. forse non ho neancora capito come devo recuperare….. bo… sono un pò confuso
    mi potete dare delle dritte? grazie
    ciao ciao…..
    (wink)

  11. ah….al lago di Endine non sono andato il giorno dopo perchè pioveva…..:( ma sono andato dopo un pò di tempo….. ho preso con la bombarda 4 scardole ed un persico… (il persico l’ho lasciato andare perchè era piccolo)….
    Ciao ciao

  12. Scusate mi sono appena iscritto per chiedere dei consigli sulla pesca a striscio nei laghetti. La mia canna è una shimano nexave grammi 10\15, 4.0 m di lunghezza e un mulinello abbinato 3000. Il filo è di 0.18 .
    Io di solito uso delle bombarde di 15 grammi, girella tripla e 1.50\2.00 m di finale del 0.16 con un amo dell’8. Come esca uso camole o pasta bianca, o verde e arancio, o fucsia.
    Nei laghetti vado (di solito) o a Ghisalba (Bg) o a Rogno. Un’altra cosa…. domani vado a pescare al lago di Endine con il pedalò…. mi potete dare dei consigli? io ho preparato una canna a galleggiante, una a fondo ed una a bombarda…. dite che va bene?
    Ciao Ciao e grazie in anticipo a tutti quelli che mi rispondono.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*