BENVENUTO NELLA COMMUNITY DI PESCAOK.it se sei già registrato e non riesci ad entare prova a resettare la password Clicca Qui. Se hai bisogno di aiuto scrivimi a info@pescaok.it

Spinning alla trota marmorata IV° parte

0 voti
138 visite

Foto in : http://pescambiente.blogspot.it/2014/12/spinning-alla-trota-marmorata.html

Dicono che le trote BIG escano e predano solo con luce scarsa (mattino molto presto, sera tardi, zone di forte ombra) o in particolari condizioni di acqua e di atmosfera; cioè avvertano l’ arrivo di grossi temporali ed allora entrano in caccia per alimentarsi in previsione di un lungo periodo di digiuno e poi finita la piena vera e propria escano a mangiare vermi, lumache ecc ecc che l’ acqua piovana ha trascinato nel fiume. Tu che ne dici?

Partendo dal fatto che la marmo è lucifuga ( detesta la luce ), dipende in che fiume si pesca, per esempio in fiumi con acque in prevalenza velate come ad esempio l’ Adige la si puo’ insidiare con ottimi risultati durante tutto il giorno, con fiumi in prevalenza di acque limpide, ad eccezione del periodo con acqua molto fredda, è basilare insidiarla le primissime ore del mattino e in tarda serata, buono è anche dopo un forte temporale estivo, ma mia opinione il miglior momento per la big è dopo la prima piena primaverile del fiume, qui’ entra in gioco l’ abilità e l’ esperienza del pescatore nel dove saper cercarla. Ottimo è anche il mese di settembre perché la maggior parte dei pescatori ha messo la canna a riposo, quindi sentendosi meno insidiata e in preparazione per la frega la marmo inizia a nutrirsi con molta piu’ frequenza.

Dicono che hanno la tana a 8-10 metri dalle zone abituali dei  vaironi…..escano di  scatto…ne beccano qualcuno e tornino in tana.

La big  è un animale abitudinario e di una astuzia raffinata, va sempre in caccia nei soliti 2 – 3 posti del fiume dipende dai livelli dell’acqua, puo’ avere un territorio di caccia che va dai 100 ai 500 metri dove regna incontrastata, spesso nella grossa buca dove non riesci a prendere mai una trota selvatica è proprio li che ha la tana ma da esserci a catturarla è tutta un’  altra storia, è questo il fascino di questa pesca tu puoi insidiarla per anni senza risultati, poi arriva uno che al primo lancio la cattura.
 

 

Foto di repertorio

 

Vien logico che becchi anche trote fario e iridee di lancio …….Quale è la % media delle fario e quella delle iridee.

Pescando a spinning esclusivamente con grossi artificiali tendo a selezionare enormemente la taglia del pesce, la percentuale di trote fario e iridee non supera il 2 – 3  %, spesso sono anche peschi di taglia e inselvatichiti il mio record per l’iridea è sui 3 kg, la fario 5,4 kg.

Critiche alle leggi di pesca della tua zona quali sono? Altre considerazioni?

Non è mia abitudine fare critiche ma amo confrontarmi con le persone civili e ragionevoli, comunque voglio fare alcune considerazioni :

 Trovo assurdo che non si proceda all’ abbattimento sistematico dei cormorani in fiumi a prevalenza di trote marmorate e temoli come il Brenta e il Piave, dove stanno compiendo vere e proprie stragi  soprattutto dei temoli, principale foraggio per la grossa Marmorata, teniamo presente che un cormorano mangia circa 700 gr di pesce al giorno e io sul Brenta sono arrivato a contarne piu’ di 70 in una mattinata, fate un po’ voi i conti !!!.

Non è il pescatore che trattiene il trofeo che provoca l’ estinzione della marmorata, ma la drastica riduzione del suo habitat ideale e del minimo flusso vitale dei fiumi troppo basso.
 

 

Foto di repertorio

 

La forte riduzione delle big, questo lo dico con certezza, è causata dal bracconaggio ( fiocene e fucili subacquei ), penso che negli ultimi  20 anni nel Brenta non siano stati catturati dai pescatori in maniera consentita piu’ di 10 esemplari sopra i 90 – 100 cm, questo per rendere l’ idea.

In conclusione vorrei consigliare ai pescatori che vogliono cimentarsi in questo tipo di pesca che, per ottenere buoni risultati nel tempo bisogna dedicarsi esclusivamente solo alla sua ricerca, di non scoraggiarsi mai anche se dopo 10 – 15 uscite non si è sentito una tocca.

Stiamo insidiando un pesce selvatico quindi il vostro approccio al fiume deve essere da vero animale predatore, il piu’ silenzioso possibile, per questo il vero marmoratista è e sarà sempre un pescatore solitario immerso nella natura e in continua sfida con lei la Regina del Fiume.

 

 

 

 

Alberto è anche un ottimo auto costruttore e potete vedere le sue creazioni (e comprarle) in

http://www.marmocrazyartificiali.altervista.org/

 

 

 

Uniche cose che io voglio dire a Lui ma anche a coloro che vorrebbero l’ abbattimento dei cormorani , che io stesso odio, col fucile sono  A) Chi lo fa e quanto costerebbe  2 ) Per sparargli devi arrivare alla distanza utile che un fucile da caccia non arriva assolutamente; personalmente mi sono avvicinato ad un cormorano a  circa 300 metri e dopo è volato via.

 La nomea del grande bracconiere che fa imbalsamare le marmorate e le vende è arrivata anche a me ma dal tuo scritto escludo totalmente che tu sia quello che i “roditori” vogliono farti apparire e poi a me se agisci in termini di legge me ne frega se fai Kill o NO Kill……..

 

Buona vita Alberto

 

 

 

quesito posto 27 Febbraio in Tecniche di Pesca da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)

Fai il log in oppure registrati per rispondere al quesito.

Domande correlate

0 voti
0 risposte 76 visite
76 visite quesito posto 27 Febbraio in Tecniche di Pesca da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)
0 voti
0 risposte 148 visite
148 visite quesito posto 27 Febbraio in Tecniche di Pesca da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)
0 voti
0 risposte 186 visite
186 visite quesito posto 27 Febbraio in Tecniche di Pesca da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)
+1 voto
1 risposta 3,860 visite
3,860 visite quesito posto 17 Dicembre 2013 in Spinning da aleturboss Admin (51,378 punti)
0 voti
1 risposta 70 visite
70 visite quesito posto 20 Aprile 2016 in Ittiologia inquinamento da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)
...