BENVENUTO NELLA COMMUNITY DI PESCAOK.it se sei già registrato e non riesci ad entare prova a resettare la password Clicca Qui. Se hai bisogno di aiuto scrivimi a info@pescaok.it

L'innesco del vivo

0 voti
1,914 visite

Come si innesca un pesciolino vivo?

Io utilizzo due tecniche,a seconda del tipo di pesca praticato.

Pescando a fondo utilizzo un ago da far passare sotto pelle dalla testa alla coda e dove andrò poi ad aggangiare un terminale con legata un'ancoretta che, tirando delicatamente,si andrà a posizionare sopra le testa del pesciolino. Così facendo avremo la possibilità di forzare un po' di più il lancio.

Con il galleggiante invece utilizzo un amo che faccio passare dal labbro superiore fino a farlo uscire in prossimità del naso, non più indietro altrimenti la nostra esca morirà. Con questa tecnica la nostra esca rimarrà molto più vivace ed attrattiva per i predatori.

Voi che tipi di inneschi usate per il pesciolino vivo?

quesito posto 10 Gennaio 2015 in A fondo da gabriele-passagrilli Staff POK (5,353 punti)

2 Risposte

0 voti
Ciao Gabriele,

per non risponderti in maniera sbagliata, che pesce vuoi insidiare e che pesce inneschi? Perché tra la trota ed il luccio o il siluro o altri, gli inneschi non sono gli stessi.

Stesso discorso per quanto riguarda l'esca, innescare un'alborella, un cavedano o un altri pesci hanno caratteristiche differenti.

Ultima cosa, se puoi anche dirmi se sono acque ferme tipo lago o corrente fiume.

Non prendermi per un rompi scatole, solo che sono tutte situazioni differenti e comprendere nella risposta tutte, rischio di essere prolisso e poi lasciarti senza la risposta che cercavi.

 

Ciao
risposta inviata 27 Febbraio 2015 da cesareone Staff POK (5,084 punti)
Ciao, con il vivo pesco esclusivamente lucci e lucciperca sul Tevere o su alcuni laghi della zona, quindi parliamo di acque lente o ferme, quelli che ho messo sono i due tipi di inneschi che ho sempre utilizzato. Alcuni con il galleggiante innescano il vivo facendogli passare l'amo sopra il dorso, più o meno all'altezza della pinna dorsale, ma a me non piace come innesco perchè credo che danneggi troppo l'esca. I pesci utilizzati sono esclusivamente alborelle, l'uso del cavedano non è consentito, qualcuno usa i carassi (quelli x acquari) ma con scarsi risultati.
Ciao e a presto
ciao, allora per quel tipo di pesca nel metodo a fondo anche io adotterei gli stessi tuoi metodi, forse l'unica variante, userei l'amo anzichè l'ancoretta, ma siamo a dettagli. Per la pesca con il galleggiante invece, inizialmente usavo far passare l'amo sul dorso, ma per lo stesso tuo motivo che danneggiava l'esca ho cambiato.
Adesso faccio passare il filo come da foto.

Peccato non sia consentito il cavedano, è molto più resistente rispetto all'alborella. :-)
Purtroppo è  consentito solo l'utilizzo dell'alborella, carassio, persico reale scardola e vairone. A fondo non uso l'amo perché in fase di lancio il gambo tende ad entrare all'interno del dorso dell'esca e questa morirebbe subito perdendo gran parte della sua efficacia!
0 voti
La prima non la attuo. Per la seconda come fai tu. ciao
risposta inviata 8 Marzo 2015 da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)

Domande correlate

0 voti
0 risposte 164 visite
164 visite quesito posto 10 Aprile 2016 in Pesca in Tv da torrenteterdoppio Pescatore (307 punti)
...